La Fondazione Aria ha voluto promuovere ed organizzare un ciclo di eventi dedicato al Teatro Contemporaneo Internazionale e nello specifico al Teatro Lituano, rappresentato da uno dei registi più importanti nel panorama intrenazionale: Oskaras Koršunovas. Il progetto  con la direzione scientifica di Valentina Valentini, docente di Arti performative presso l’Università La Sapienza di Roma, e la collaborazione di Artisti per il Matta può vantare prestigiosi partner quali l’Istituto di Cultura Lituano, l’Accademia di Carrara, l’Università G. D’Annunzio Dipartimento di Lingue e Letterature Moderne ed il Museo Laboratorio di Città Sant’Angelo.

L’intero programma è stato inserito anche all’interno del Festival multidisciplinare Matta Festival così da consolidarne anche il rapporto con il territorio e con la città di Pescara, da sempre vocata ad esperienze artistiche sul contemporaneo. Alessandro Di Loreto, Presidente di Aria, a questo proposito ha sottolineato come la Fondazione con questo progetto fa un ulteriore passo avanti inserendosi tra le Istituzioni che a livello regionale  promuovono le arti contemporanee mettendo le basi per un dialogo sulla cultura a livello internazionale. 

Il calendario delle attività si svolgerà dal 16 al 20 maggio secondo il seguente programma:

16 MAGGIO ORE 17.30 – Seminario : Oskaras Korsunovas e la scena teatrale lituana
a cura di Valentina Valentini con Erica Faccioli e Oskaras Korsunovas
Il seminario offre la possibilità di presentare i caratteri peculiari dell’estetica teatrale di Korsunovas attraverso il commento diretto del regista e la visione di sequenze tratte da alcune fra le più siginificative delle sue produzioni, ispirate sia a testi classici che contemporanei e attinte alle tradizioni popolari della Lituania.

16 – 20 MAGGIO – Workshop Oskaras Korsunovas riservato ad attori professionisti.
Il laboratorio parte dal testo Le Tre sorella di Anton Čechov per riscriverlo con i partecipanti. Oskaras Korsunovas è uno dei registi più interessanti nel panorama Europeo. Nel 1998 fonda l’Oskaras Korsunovas Theatre (OKT), dove sviluppa una propria idea di teatro centrata su tematiche contemporanee.

16 – 20 MAGGIO dalle 16 alle 20 – Mostra “L’energia delle prove”
Un’esposizione di 30 immagini di dimensioni diverse di Tomas Ivanauskas, dedicate all’intenso lavoro attoriale e scenico della compagnia di Korsunovas durante le prove degli spettacoli più recenti, permettono allo spettatore di partecipare a quel momento creativo in cui le immagini si trasformano in emozioni.

17 MAGGIO ORE 17.30 – Incontro su Jonas Mekas
a cura di Anita Trivelli, Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne, UdA.Incontro su Jonas Mekas, cineasta e poeta lituano-americano, leader del New American Cinema e figura di punta del cinema indipendente e d’avanguardia.

18 e 19 MAGGIO – Rassegna di videoarte lituana
c/o Museo Laboratorio ex – Manifattura Tabacchi di Città Sant’Angelo
La videoarte, a partire dagli anni ‘90, è stata scelta in Lituania come medium per analizzare tematiche riguardanti l’identità politica, sociale e di genere. Il programma inserisce in un contesto internazionale artisti più affermati con altri di giovane generazione. In programma opere di Eglė Budvytytė; CORO Collective, Kipras Dubauskas, Laura Garbštienė, Arūnas Gudaitis, Donatas Jankauskas, Evaldas Jansas, Gintaras Makarevičius, Deimantas Narkevičius, Ulijona Odišarija, Gerda Paliušytė, Artūras Raila, ŠMC TV, Nomeda ir Gediminas Urbonai, Darius Žiūra.

Le attività del progetto Scenari Intrenazionali sono entrate nel vivo con la Open Call per il workshop di Korsunovas rivolta a 15 attori professionisti, o con studi specifici, di cui 7 residenti in Abruzzo ed i restanti 8 con residenza italiana, senza alcuna preclusione a stranieri naturalizzati italiani o che vivano e lavorino stabilmente nel nostro paese.

La selezione degli artisti sarà effettuata da una commissione che comprende la professoressa Valentina Valentini, Monica Ciarcelluti attrice, regista ed esperta di formazione teatrale, Riccardo Fazi, drammaturgo e fondatore del gruppo teatrale MUTA IMAGO. (qui il bando di selezione)

Grazie alla divulgazione capillare del bando sul web e su i social, anche in pagine specialistiche sia a livello nazionale che regionale, sono già arrivate circa 40 domande provenienti da tutto il territorio nazionale.
L’immagine della Fondazione Aria, leggendo quanto scritto dalle riflessioni inviate dagli attori che stanno partecipando alla selezione del bando, è sicuramente di una realtà di mecenatismo di alto livello e di concreta promozione e divulgazione delle arti contemporanee.