cartolina-bando-silenzio-per-favore2

Giuria   |    Video Scelti


Silenzio per favore – per aria
promuove la videoarte e i giovani artisti offrendo loro la possibilità di entrare nell’esclusivo mondo nel collezionismo contemporaneo.

In concomitanza con la rassegna 2015, è partito il bando per l’acquisizione di 3 nuovi video che sono stati proiettati nella serata conclusiva e poi messi all’asta tra i soci e gli amici di Aria – Fondazione Industriale Adriatica.

La giuria, presieduta da Cecilia Casorati, è stata composta da Elena Petruzzi , Enzo de Leonibus, Simone Ciglia e Adina Pugliese .

 

Giuria

Cecilia Casorati

ceciliacasoratigiuria

Vive e lavora a Roma. Dal 1987 è titolare della cattedra di Fenomenologia delle arti contemporanee, attualmente presso l’Accademia di Belle Arti di Roma. Dal 2009 è Presidente della sezione italiana dell’AICA (Associazione Internazionale dei Critici d’Arte). Nel 2013 per gli Incontri Internazionali d’arte cura La parola a…., una serie di incontri con personaggi del mondo della cultura internazionale, presso il MAXXI, Museo delle Arti del XXI secolo. Nel 2014/15/16 è autrice del programma televisivo Fuoriquadro, in onda su Rai3. Attuale direttore artistico di Aria – Fondazione Industriale Adriatica.

Elena Petruzzi

elenapetruzzigiuriaVive e lavora a Pescara. È laureata in economia e commercio e dal 1981 ha sempre lavorato nelle aziende di famiglia. Attualmente è amministratore di Elahotel srl e di Società agricola Terre di Varano srl e ricopre incarichi in alcune società e associazioni in ambito turistico. È componente del Cda della Fondazione Genti d’Abruzzo.  Dal 2011 è presidente di Aria Fondazione industriale adriatica, fondazione culturale attiva nella regione Abruzzo.

Enzo de Leonibus

enzodeleonibusgiuriaVive e lavora a Città Sant’Angelo (Pe). Nel 1983 inizia la sua attività di artista, dal 2000 a tutt’oggi è direttore artistico del Museo Laboratorio –ex manifattura tabacchi-, per l’arte contemporanea di Città Sant’Angelo. Nel 2004 collabora con Roberto Benigni nel film “ La tigre e la neve”. Nel 2010 fonda con Bruna Esposito, Franco Fiorillo, Fabrizio Sartori ed Emanuela Barbi “Neola Onlus”. Ha partecipato a diverse mostre internazionali. Insegna all’’Accademia di Belle arti de L’Aquila.

Simone Ciglia

simonecigliagiuriaVive e lavora tra Pescara e Roma, è dottore di ricerca in storia dell’arte contemporanea presso la “Sapienza” Università di Roma. Si occupa soprattutto di arte e critica d’arte del secondo Novecento. Ha curato diverse mostre, e scritto per cataloghi e riviste specializzate. È redattore per Treccani e Zanichelli editore, e corrispondente per diverse riviste, tra le quali Flash Art. È cultore della materia presso la “Sapienza” Università di Roma e l’Università di Roma Tre. Collabora con il MAXXI/Roma.

Adina Pugliese

adinapugliesegiuriaVive e lavora a Perano (Ch), operatrice culturale, esperta di arte sociale, realizza dal 2000 una serie di ricerche e iniziative sui concetti di public art, arte sociale e relazionale. Dal 2009, sviluppa  “NucleoRiflesso”, laboratorio di idee per l’arte contemporanea. Socio fondatore di Aria – Fondazione Industriale Abruzzo, (2011, Pescara) e di Fondazione Fortezza Abruzzo (2013), Civitella del Tronto (Te). Recentemente ha pubblicato L’Arte è Utile-comunque bella, Meta edizioni.

 torna-su Torna su

Video Scelti

Mariana Ferratto (Roma, 1979). Vive e lavora a Roma.

marianaferrattoartistaAllo specchio (Looking in the mirror), 2004 – 2015, 2’ min., courtesy The Gallery Apparto.

La ricerca dell’artista si focalizza spesso sul tema dell’identità che si manifesta attraverso la relazione con gli altri. In questo video in particolare, si concentra sulla questione della somiglianza come appartenenza ad un determinato gruppo. Il progetto è un work in progress. Il lavoro prende le mosse da un’intuizione risalente ad oltre dieci anni fa, da lì un lungo e paziente percorso di ricerca delle persone da coinvolgere, a cui l’artista ha chiesto di interpretare un copione prestabilito utilizzando in autonomia i mezzi tecnici a loro disposizione. Nel video le figure femminili sono intente ad eseguire movimenti quotidiani e domestici, come se si trovassero davanti ad uno specchio. I gesti disegnano la medesima coreografia che ognuna esegue a suo modo e che, nel suo movimento, riprende e sottolinea quelle lievi differenze che si ritrovano anche nell’aspetto fisico delle figure.
Mariana Ferratto_-_Alle_specchio_Looking_in_the_mirror

Lucia Bricco (Torino, 1988). Vive e lavora tra Torino e Roma.

LuciaBriccoartistaMagma, 2014 6’36’’ min., colore, 16:9

La trasparenza del foglio posto di fronte a uno schermo rivela il circuito elettrico bloccato al suo interno. Il circuito è attraversato da energia elettrica. Due corpi lentamente percorrono la lunghezza dello spazio visivo, fondendosi e diventando un’unica indistinta unità con nuovi contorni. Le figure percorrono l’intera area con spinte incostanti, tentativi e sforzi. Solo in un momento preciso accade che la sagoma dei due corpi coincide con l’energia trasmessa dal flusso regolare e continuo del circuito.
Lucia Bricco_Magma_2014_6_36_min_colore_16_9

 Federica Peyrolo (Susa, 1989). Vive e lavora tra Lille, Torino e Roma.

Federica Peyroloartista2Eppure sono figlia unica, 2015, 5’57’’ min, video HD.

Colori, compagni di gioco, presenze inanimate e morbide, vizi, regali, consolazioni, formano un muro che si innalza fino a riempire l’intero campo visivo dello spettatore/autore, fino a coprire in modo definitivo il costruttore, fino a consumare l’ultima apertura e non lasciare più aria. Tutto si eleva su un equilibrio precario, un accumulo delicato, meditato e analizzato per mantenere in piedi una barriera di falsa protezione. Una fragile parete che si interpone tra interno e esterno, che protegge e soffoca. Una barriera creata con cura e precisione cercando solidità e appoggio su qualcosa che non può reggere.
Federica Peyrolo_Eppure_sono_figlia_unica

torna-su Torna su<